News12 Giugno 2024 12:11

Ristorazione. Stoppani, Fipe: rimanere uniti, frammentazione rende deboli. Ora firmare Ccnl per recuperare personale

“Attraversiamo un periodo pieno di richieste e problemi per tutto il mondo della ristorazione: dal costo del lavoro alla produttività, passando per l’organizzazione e non solo. Spero che il settore resti unito: vedo frammentazione e questo non fa bene, perché fa emergere debolezze. Il settore agricolo nelle sue proteste di inizio anno ha lanciato un segnale nella sua mobilitazione: sono linee che, con le dovute differenze, andrebbero seguite”.

Così Lino Stoppani, presidente FIPE, nel corso dell’evento ‘Dire Fare Mangiare’, organizzato da Ristorando a Milano.

“La sostenibilità è una parola importante, ma che poi deve cercare di essere riempita. Distribuzione e ristorazione sono due mondi importanti: non possono essere legati alla parola speculazione. In questo mondo si fanno tanti sacrifici, qualcuno li considera dei “lavoretti” e questo porta a negatività. Il settore non deve subire e lamentarsi ma agire. Ora sarà importante, dopo 30 mesi di trattative, firmare un Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro, anche perché questo consentirebbe di recuperare personale rispetto all’emorragia che il settore sta attraversando”.