News12 Giugno 2024 12:25

Ristorazione, Scarsciotti, Angem: Codice contratti va riscritto. VIDEOINTERVISTA

“La ristorazione collettiva ha passato la pandemia con le ossa rotte perché abbiamo perso di fatto come volumi un 10% dei pasti. Ci troviamo ad affrontare un sistema di regole fissato dal Codice dei contratti pubblici che in questo momento, così come combinato, non riconosce la revisione dei prezzi. Al di sotto dei costi abbiamo una dinamica inflattiva importante sia sulle derrate alimentari che sul costo del lavoro che non viene riconosciuto sul prezzo. Quindi è un settore che non si rapporta con un mercato dei consumatori in cui c’è un rapporto fra il consumatore e l’erogazione di un servizio ma con un sistema di regole ben fissate con degli appalti. Stiamo vivendo un momento molto difficile perché il Codice dei contratti deve essere riscritto, perché è stato impostato e concepito per appaltare contratti per lavori pubblici tipo ponti, strade e ferrovie, quindi la parte dei servizi è stata completamente tralasciata. C’è un sistema di meccanismi di revisione prezzi che non è stato riconosciuto”. Lo ha detto Carlo Scarsciotti, presidente di Angem, in occasione dell’evento ‘Dire Fare Mangiare’ organizzato a Milano da Ristorando.

“Noi abbiamo degli obblighi sui prodotti biologici in cui c’è un problema di filiera, di programmazione, di disponibilità di prodotti, di prezzi e di costi e alla fine non riusciamo a ribaltare sui prezzi questo incremento di costi”, precisa Scarsciotti. “Per cui il settore sta passando un momento molto difficile. Oltre ciò c’è anche la necessità di riconoscere degli incrementi salariali al nostro personale, il nostro capitale umano, che sta vivendo questa dinamica inflattiva. Però la revisione del contratto nazionale del lavoro deve essere fatta considerando anche la situazione del settore. Quindi non può essere dato un incremento salariale senza verificare le condizioni che ci sono sotto, tipo produttività ecc. Chiamando al tavolo anche il governo per la revisione del codice dei contratti”.