News8 Maggio 2024 13:36

Assemblea Confcooperative, Fitto: su attuazione Pnrr Italia ha la migliore performance. Giuste le scelte del governo 

“Il governo con il nuovo progetto di governance del Pnrr ha dato una dimensione nuova al rapporto con le parti sociali. Abbiamo in cabina di regia avviato un lavoro molto positivo e utile in cui abbiamo raccolto molti dei vostri contributi. Si è poi finalmente messo insieme con tre scelte diverse ma collegate una riorganizzazione dei fondi destinati al nostro paese sul fronte degli investimenti. Il governo ha deciso di mettere mano ad una revisione sostanziale del Pnrr che ha dato una ridefinizione finanziaria importante ed ha consentito di intervenire in modo concreto su numerosi obiettivi che sarebbe stato impossibile realizzare nei tempi previsti. Abbiamo spostato fuori dal Pnrr molti interventi che erano stati inseriti perché non avrebbero potuti essere mai rendicontati all’interno del Pnrr -in quanto non possedevano i criteri di rendicontazione coerenti col Pnrr- e mai sarebbero potuti essere realizzati nei tempi previsti, cioè giugno 2026.”

Così il ministro per il Sud e gli affari europei, Raffaele Fitto, nel corso dell’assemblea Confcooperative in corso a Roma. 

“Aver spostato fuori dal Pnrr molti finanziamenti relativi ai comuni, che pure abbiamo garantito col bilancio dello stato, ci ha consentito quella agibilità che ci ha portato a finanziare interventi rilevanti come la transizione 5.0. Abbiamo poi rivisto gli obiettivi e ci ha portato a raggiungere il pagamento della terza e quarta rata. Citando lo studio intermedio della commissione Ue pubblicato nel mese di febbraio siamo il paese che nell’attuazione del Pnrr ha la migliore performance e il maggior numero di obiettivi raggiunti. Siamo sulla strada giusta dunque.”