News2 Febbraio 2024 17:58

Accordi per innovazione, niente scorrimento, Mimit indice nuovo bando. Salta graduatoria. Imprese già ammesse interrompono progetti e riformulano domande

Preoccupano alcune imprese le notizie che arrivano dal Mimit per il comparto della ricerca industriale e dello sviluppo sperimentale. Nonostante l’abbondare di fondi, anche grazie alla rimodulazione delle risorse del PNRR, e nonostante le comunicazioni rassicuranti anticipate anche ai diretti interessati, il Ministero delle Imprese e del Made in Italy avrebbe già stabilito infatti – da quanto apprende PMINEWS – che non ci sarà lo scorrimento annunciato della graduatoria approvata con il Decreto direttoriale del 17 febbraio del 2023.
Con tale graduatoria erano stanti ammessi circa 430 soggetti che avrebbero potuto avere accesso alle agevolazioni nell’ambito degli “Accordi per l’innovazione” previsti dal Bando per finanziare progetti di dimensioni rilevanti (minimo 5M€) orientati ad innovative applicazioni tecnologiche di prodotto e di processo con impatti importanti sulla sostenibilità ambientale.
Il Ministero, invece dello scorrimento della graduatoria e dovendo impegnare le risorse, avrebbe quindi stabilito di indire un nuovo bando di gare, praticamente identico al precedente, che costringerebbe i partecipanti, benché già ammessi, a riformulare le domande e a sostenere nuovamente tutti gli oneri legati alla partecipazione.
Ad essere danneggiati rischiano tutti coloro che, contando sullo scorrimento della graduatoria – prassi consolidata in questo tipo di gare – hanno già iniziato a realizzare le iniziative e che non potranno disporre delle finanze necessarie a presentare nuovi progetti.